X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.
L’Alto Adige dopo il 1918
L’Alto Adige dopo il 1918
Nel novembre del 1918 finì il lungo conflitto. I trattati di pace che conclusero la guerra (firmati l’anno seguente) cambiarono radicalmente l’assetto territoriale dell’Europa e decretarono la fine del “vecchio mondo”. La fine della guerra rappresenta una cesura importante anche per la storia della nostra regione. Il Trattato di pace di St. Germain (presso Parigi) stabilì tra l’altro il passaggio del Tirolo meridionale (fino al Brennero) dall’Austria all’Italia. Ciò era stato promesso anni prima all’Italia da parte degli alleati nel Patto segreto di Londra. Insieme al Trentino, l’Alto Adige formò così la «Venezia Tridentina», una delle «nuove province» italiane, nelle quali abitavano minoranze nazionali (tedeschi, slavi).