X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.

Cerchi una definizione che abbia a che fare con il Consiglio provinciale altoatesino ma non la trovi nel „Consiglio provinciale dalla A alla Z“? Allora inviaci la definizione, con una breve spiegazione sul perché dovrebbe essere inclusa nel dizionario. Per fare questo puoi utilizzare il seguente modulo:

La tua e-mail*:
Il tuo messaggio*:
Il Consiglio provinciale dalla A alla Z
Il Consiglio provinciale dalla A alla Z
Interessante, importante, istruttivo – il Consiglio provinciale

Che cos’è una coalizione? Chi può presentare una mozione di sfiducia e perché? Che cos’è l’ordine del giorno? Come avviene uno scrutinio segreto? Che cos’è un disegno di legge?
Vorremmo aiutarti a chiarire alcune definizioni, spesso molto tecniche e particolari. Basta semplicemente cliccare su una lettera dell’alfabeto a sinistra e troverai un’ampia serie di spiegazioni.

E se vuoi avere informazioni su un tema o un concetto che non trovi nell’elenco, inseriscilo nell’apposito modulo a sinistra e inviacelo. Se si tratta di una definizione interessante, la inseriremo senz’altro nel nostro “Consiglio provinciale dalla A alla Z”.

Convalida delle elezioni
L’elezione di una persona a consigliere/a provinciale, proclamata dopo le elezioni per il Consiglio provinciale dall’ufficio elettorale centrale, soggiace a un particolare procedimento di verifica denominato procedimento di convalida, che viene avviato dallo stesso Consiglio subito dopo la seduta costitutiva. In una prima fase una commissione formata da 7 consiglieri/e verifica se per i singoli consiglieri eletti/le singole consigliere elette sussistono cause di ineleggibilità o di incompatibilità (si vedano le voci ineleggibilità e incompatibilità) sulla base delle dichiarazioni rese dai consiglieri/dalle consigliere all’inizio della legislatura o di altri fatti noti. A conclusione dei lavori, per i quali ci sono sei mesi di tempo, la commissione redige una relazione e per ogni consigliere/a propone al Consiglio la convalida dell’elezione oppure l’adozione di altri provvedimenti qualora ritenga sussistano cause di ineleggibilità o di incompatibilità. La decisione al riguardo spetta al Consiglio provinciale.